Google+

un senza l’apostrofo

04/08/2009 di NayaN

E tu stai lì no, stai lì con la mano tesa e speri con tutta te stessa di sentire la stretta, di provare quell’ondata di calore che ti sconquassa le viscere e ti mozza il respiro prima che possa raggiungere il naso, stai lì che cammini in circolo senza riuscire a riprendere la linea retta del tempo e dello spazio che vedi, si la vedi, ma non hai il coraggio di oltrepassare il filo spinato che te ne separa. E tu stai lì no, stai lì aggrappata con le unghie e con i denti a quell’idiota convinzione di vivere per convenzione, perchè nonostante tutto ti senti speciale e diversa, tu si che capisci eh.  Si si, capisci eccome, ogni volta a credere di aver visto tutto, di aver scandagliato per bene i fondali del peggio e per questo di essere in grado di capire dove sta il meglio, o forse accontentarsi di capire dove sta il meno peggio. Bum. Cade la tegola ed esce il fumetto con la bollicina dal naso, perchè nel frattempo il respiro che non si è mozzato è arrivato tutto insieme come un’onda anomala.
E non capisci eh, non capisci come sia possibile essere stati così terrificantemente (lo so che non si dice ma è il termine più appropriato) ciechi di fronte alla propria cecità, altro che cane pastore, ci vorrebbe un orso grizzly a guidarti, che pure se non ti indica la strada giusta almeno evita di farti avvicinare da tutte le teste di cazzo che girano intorno a te. E si, perchè tanto a starci lontana da sola non ci riesco, eh si, non ci riesco, perchè cerco, voglio, vado, si, chissà ndo vado. Non ci ho mica capito un cazzo, io. Io, io, io. Ma io de che? Ma io chi? Boh.
Mah.
Perdonatemi, vorrei essere più incisiva e tirare fuori dalle fessure dei denti tutto quello che ci si è nascosto in mezzo, come quelle cazzo di fogliette di insalata che escono sempre nel momento meno opportuno, vorrei eh, ma non ci riesco. Vorrei riuscire a mettere su una linea retta la montagna di pensieri, impressioni e buchi neri che mi sovrasta per poterci camminare sopra, ma mica ce la faccio.
Intanto fra tre ore arrivano i 31, e non sono Articoli. Boh.
Mah.
Pero’ un vaffanculo concedetemelo, ci sta bene e ci sta pure tutto.

Annunci
Il blog di www.copylefteratura.org

Se il mondo fosse un enorme centro commerciale, l’arte non esisterebbe.

lotirofuori

Se non qui, dove ?

gretacerretti

Just another WordPress.com site

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: