Google+

Tutti i cretesi sono bugiardi, e io sono Epimenide.

19/01/2009 di NayaN

Qual è la motivazione per cui in alcuni momenti della nostra vita cerchiamo un orecchio pronto ad ascoltare? Non è forse la speranza di condividere con questo orecchio i nostri sogni, le nostre passioni, i nostri desideri, le nostre utopie? Non è forse il bisogno di convincersi che in fondo non siamo poi così soli, non siamo poi così diversi? Però quando troviamo qualcuno che condivide le nostre stesse passioni, amori, sentimenti, pensieri, utopie, sogni, la prima cosa che pensiamo è: “questa persona è diversa”. Ma diversa da chi, o da cosa? Non è logica conseguenza dedurre che se questa persona tanto simile a noi ci sembra diversa è perché anche noi ci sentiamo così? Quindi perché si ha bisogno di cercare qualcuno che non ci faccia sentire troppo diversi se in realtà siamo noi in prima persona a reputarci tali? Insicurezza? Infelicità? Bisogno di convincersi che noi siamo quelli giusti ed è il resto del mondo ad essere sbagliato? O forse semplicemente perché quello che siamo non ci piace poi così tanto? Dovremmo imparare a stare bene in noi stessi prima di etichettarci come diversi, o di etichettare chi ci sta intorno in qualunque altro modo.

L’importante è fare attenzione, perché quando si cerca con tanta insistenza l’altra metà della mela spesso si rischia di trovare solo il verme.

 

Non devi mai piegarti davanti a una risposta. Una risposta è il tratto di strada che ti sei lasciato alle spalle.  Solo una domanda può puntare oltre.

(Jostein Gaarder)

 

Annunci
Il blog di www.copylefteratura.org

Se il mondo fosse un enorme centro commerciale, l’arte non esisterebbe.

lotirofuori

Se non qui, dove ?

gretacerretti

Just another WordPress.com site

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: