Google+

la speranza è l’ultima a morire

4

11/08/2008 di NayaN

Ieri pomeriggio io e gnu siamo usciti per andare a comprare un paio di occhiali da sole, destinazione centro commerciale I Granai. Chiuso. Giro la macchina per tornare verso casa, quando Gnu mi fa “sicuramente Parco Leonardo è aperto“. Ed io rispondo “ma si va, è lontano, però almeno non ci sarà nessuno, chi vuoi che ci sia il 10 agosto?” Parco Leonardo infatti è uno di quei posti in cui sono andata 2 volte in tutta la vita perchè normalmente per arrivare (sono circa 20km da casa mia) ci impiego tra le due e le tre ore e per parcheggiare un’altra oretta abbondante. Un formicaio infinito di persone che si accalcano per andare a spendere soldi. Io ADORO spendere soldi, ma NON TOLLERO la gente. E oltretutto, di solito adoro spendere soldi in posti un po’ più alternativi tipo mercatini, bancarelle, negozi etnici o negozi di stronzate megagalattiche 🙂
Tutto come previsto fino all’arrivo a Parco Leonardo. Li’, l’apocalisse. C’era la stessa quantità di gente che si può trovare in un sabato pomeriggio invernale, e li mi sono chiesta, ma non c’annate in ferie limortaccivostri?
Dopo aver girato un po’ in quel labirinto che chiamano parcheggio (dove sono venute fuori tutte le mie tendenze femminili) entriamo ed iniziamo ad aggirarci per i negozi. Fin quanto entriamo così, tanto per, in un negozietto che faceva ancora i saldi e BOOM, li vedo.
Per mesi li ho cercati senza quell’orrendo taglio stretto alle caviglie che piace tanto quest’anno, per capirci, quegli orripilanti cosi che possono entrare comodamente negli stivali, fatti solitamente di tessuto stretch e solitamente colorati in blu scuro (BRRRRRRRRR)… Non li tollero, sono osceni, brutti ma brutti forte, e nonostante per necessità abbia provato a comprarne un paio, non li metterò maimaimai; tanto che negli ultimi otto mesi ne ho usati solo due paia (comprati anni e anni fa…) che ormai chiedono pietà. Si vabbè lo so, non sono troppo normale, problemi? Avevo ormai perso tutte le speranze, quando ieri li ho visti, che aspettavano solo me e mi chiamavano dalla stampella “Oh, te, laggiù, vieni vieni…”
Bene, posso finalmente dire che ieri ho speso i migliori 15 euro dell’anno. E volevo anche avvisare tutti quelli che come me hanno penato per mesi e mesi, che, PURTROPPO, c’era solo la taglia 40, e PURTROPPO, c’erano rimasti davvero pochi ma pochi esemplari, perciò metteteve l’anima in pace e buttatevi sui meravigliosi jeans a sigaretta (BRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR). Ed ora ditemi, SONO O NON SONO STUPENDI????? 🙂


Ah, gli occhiali non li ho comprati, anche se con questi fantastici jeans, un bel paio di occhiali stile Village People ci starebbero proprio da paura…
It’s fun to stay at the YMCAAAA

Annunci

4 thoughts on “la speranza è l’ultima a morire

  1. Darietta ha detto:

    Questa comincia a non sta bene regà…

  2. Enrica ha detto:

    pfff sei solo invidiosa
    ahauhauahuah come dice mamma, sarà er caldo…

  3. Franco Cifarelli ha detto:

    Approfittando del fatto che stasera, caso strano, tutti dormono già da un pezzo e leggendo il tuo commento in eco logica m’ è presa la nostalgia, ho deciso di fare un giro nel tuo nuovo blog (come mai hai cambiato?).
    Arrivato a questo post sorpresa….
    Noon ci poosso creeedere, non sono il solo al mondo a non riuscire più a comprare jeans per colpa dei modelli che vanno tanto adesso. Io non sono riuscito proprio a trovarne uno che potesse lontanamente piacermi quindi continuo imperterrito ad usare quelli che ho, col fine gamba più largo che toccano terra.
    Spero solo di riuscire a trovare il ricambio generazionale anche in qualche mercatino oppure di abituarmi l’ occhio a questi che attualmente ho smesso anche solo di provare perchè mi fanno sentire ridicolo.
    Comunque si, sono stupendi e ti stanno benissimo. E poi…il prezzo….. Bene bene .
    Ti abbraccio.

  4. Enrica ha detto:

    Ciao Franco! Che figo, anche tu affezionato ai jeans un po’ scampanati!!! Menomale, cominciavo a sentirmi un’aliena… tutte le mie amiche portano quei jeans strettiiiiiii ma non puoi capire quanto li ho cercati… ho girato tutti i negozi e i magazzini all’ingrosso di Roma e dintorni! Ma forse saremo noi ad essere troppo nostalgici???
    Per il cambio di blog, purtroppo su spazioblog avevo dei problemi, credo ci fosse qualche trojan o simile perchè i miei amici mi dicevano che quando andavano sul blog si apriva uno strano pop-up, tipo dialer. Sono contenta che sei tornato, si sentiva la tua mancanza!
    Un bacione

I commenti sono chiusi.

Il blog di www.copylefteratura.org

Se il mondo fosse un enorme centro commerciale, l’arte non esisterebbe.

lotirofuori

Se non qui, dove ?

gretacerretti

Just another WordPress.com site

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: